Thursday, 19 June 2008

Consigli per fare bella figura durante la tua vacanza in Inghilterra

1) Prima di partire in vacanza a Londra, impara bene come arrivare a Greenwich e a Leicester Square in modo da non dover mai pronunciare o l’uno o l’altro nome.

2) Quando ti capita di dover pronunciare la “th”, evita di mettere la lingua fra i denti: anche se il suono ti esce bene, il tuo interlocutore sarà troppo impegnato a togliere la saliva dalla faccia per rendersi conto di quello che stai dicendo.

3) Sempre a proposito della “th”, evita di nascere il 30 di qualsiasi mese. Se proprio non puoi evitare, quando ti chiedono del giorno del compleanno... menti .

4) Ricorda che si mette l’accento sulla prima sillaba della parola “hotel” solo quando ci si trova a cantare con gli Eagles.

5) Resisti alla tentazione di chiedere agli inglesi “Do you speak English?”

6) Le frasi provenienti dai libri di fantascienza (del tipo: "Sono simpatici gli scozzesi") non sono traducibili in inglese. Meglio il silenzio.

7) Al ristorante, stai attento a come traduci. Se richiedi "little ears with summits of rape" potrai anche finire in carcere.

8) Non è consentito ai privati importare le cozze. Chi viene beccato dalla dogana con i molluschi in valigia rischia un mese di reclusione nella mensa di un liceo statale.

8 comments:

Anastasia said...

Paul, questo blog crea dipendenza!
Troppo belli i consigli (tutti tragicamente veri!)per noi italiani...orecchiette comprese! Sto ancora ridendo e, dalle lacrime, dovrò rifarmi il trucco. Ovviamente, da studentessa di Editoria, sono impaziente di sfogliare il tuo libro, le bozze o qualsiasi altra forma...Tienimi aggiornata!

Anonymous said...

Come disse, con forte accento napoletano, un ice cream man nel centro di Londra: "Burberrìs? O' sock shop?"

Uno said...

Vogliamo parlare degli italiani in Inghilterra che, una volta persa la strada verso l'alloggio, tentano di chiedere informazioni? "Mi scusi per andare a..." diviene "Excuse me for to go to.."

Anonymous said...

CIAO...VABBHè, NON SCRIVI PIù NULLA...FORSE PERCHè IO NN AVEVO COMMENTATO? SCHERZO!!!

julia&julia said...

...Anonymous, per prima cosa: da quando "vabbè" si scrive con l'H?...mi fai venire un dubbio...io l'ho sempre scritto senza H...mah! In secondo luogo, anche io aspetto con impazienza nuovi "consigli di vita", ma forse avrà da fare...chissà, magari con la sua ragazza!

..."It's amazing how you can speak
right to my heart...without saying a word, you can light up the dark..."
(Ronan Keating, "When you say nothing at all")
Ciao Paul!

Bari Blogs said...

Grazie, Anastasia! Ti farò leggere qualcosa al più presto.

Ciao Anonymous 1. Ho il sospetto che l'ice cream man sei tu.

Uno (good name!), sei troppo severo! Per un insegnante d'inglese, "...go to..." vale già un applauso.

Ciao Anonymous 2. Sì, ti aspettavo. Fra oggi e domani finisco di scrivere qc altro. PS sei parente MAIUSCOLO di Anonymous 1?

Thank you, julia&julia - fammi sapere per la "H" in vabb(h)è.

julia&julia said...

...secondo me la H in "vabbè" non ci va, perchè dire "vabbè" è come dire "va bene", però abbreviandolo, quindi, dato che nella parola "bene" evidentemente non è presente nessuna H, anche in "vabbè" non dovrebbe esserci...almeno questo è quello che penso io...potrei anche sbagliare...ad ogni modo sul vocabolario, ovviamente, non c'è quest'espressione, perciò si deve andare per supposizioni. E la mia è questa. Spero di essere stata abbastanza convincente!

...e comunque...
"...Come sempre sei la descrizione di un attimo...come sempre sei un'emozione fortissima!..."
(Tiromancino, "La descrizione di un attimo")
Ciao!

Anastasia said...

Allora ci conto, davvero!
In ogni caso "vabbè" NON vuole alcuna H!! Un minuto di silenzio per la nostra lingua madre.
Buona serata.